nativi

Quando pensiamo agli indiani d’America, ecco, la memoria corre ai vecchi film western con questi uomini quasi nudi, tutti arrabbiati e urlanti, che sparano e tirano frecce per ammazzare i coloni bianchi che vogliono solo recintare della terra per tenerci i loro animali. Beh, sappiamo più o meno che le cose stavano un po’ diversamente. Ma questa è una vaga idea, ci mancano informazioni più esatte per farci davvero un’opinione su cosa fossero gli indiani d’America.

Bene, lunedi 23 settembre, al Cedocs in corso Italia 13, dalle 18 e 30 alle 20, parleremo di questo presentando il bel libro “I nativi americani” scritto da Francesco Tono, nostro concittadino scomparso poco più di un anno fa, pubblicato da “I libri di Emil”. Francesco Tono era molto noto in città: musicista, attore, ma anche uomo attivo nel campo sociale, aveva un vero e proprio culto per gli “indiani”: ha studiato molto sulla loro vita, la loro cultura, la loro spiritualità, il rapporto tra l’uomo e la donna, e ha scritto un libro ricco di informazioni, che parla anche degli indiani d’America d’oggi.

La serata al Cedocs sarà anche un momento vivace, con molti dei suoi amici in sala, con il saluto iniziale della moglie di Francesco Tono, Bruna Annovazzi e con la presentazione dei contenuti del libro da parte di Eugen Galasso, inframezzata dalla lettura di pagine significative del libro da parte di Maria Abram, una delle sorelle Abram, note attrici bolzanine.

I partecipanti riceveranno in omaggio dal Cedocs una copia del libro (fino ad esaurimento della disponibilità).

­